Parrocchia San Nicola di Bari di Sellia


Vai ai contenuti

Chiesa del SS. Rosario

Parrocchia > Chiese

Situata nella parte superiore del paese, venne edificata tra la fine del XVII e gli inizi del XVIII secolo. Fu sede della Confraternita della Madonna del Rosario. L' insieme architettonico evidenzia la successione delle diverse stratificazioni stilistiche, avvenute nel corso dei secoli.Fortemente danneggiata dal terremoto del 1783, subì, nell' opera di ripristino, mutamenti ed integrazioni, decorativamente più attuali, che modificarono il progetto iniziale,pur creando un rapporto sufficientemente organico e continuo con le strutture esistenti. Le ulteriori modifiche, apportate poi negli anni '50/60, alterarono in maniera determinante l' unità spaziale dell' insieme, mediante la chiusura della navata laterale sinistra e la demolizione dei locali adiacenti alla stessa navata, in cui si trova il coro. Come si deduce dagli archivi parrocchiali, infatti, la navata laterale sinistra venne chiusa al culto dei fedeli, resa indipendente dal resto della chiesa ed adibita a sala per tutte le attività parrocchiali(catechismo, Azione Cattolica, sala di proiezione e cinema). In quegli stessi anni veniva anche completata la navata novella a destra della navata centrale, fatta costruire, nel 1909, dal priore benemerito Nicola Mannarino, come si deduce dall' iscrizione presente all' interno della stessa Chiesa. In questa iscrizione si legge infatti:


"Nicola Mannarino fu Michele, nato in Sellia il 21 Luglio 1839,
morto il 30 Luglio 1909. Per otto lustri con intelletto di amore
dette opera alla prosperità di questa Confraternita. Priore
benemerito con instancabile zelo ed affetto restaurò questo
tempio, lo arricchì di meravigliosi arredi e costruì una novella
navata. Fu amministratore scrupoloso ed esemplare cittadino,
integerrimo e caritatevole. I confratelli del SS. Rosario, a
perpetuo ricordo delle sue preclari virtù, questo marmo con
voto unanime deliberarono. Il V Settembre MCMIX
(il 5 Settembre 1909)".


La chiesa denota una semplicità sia estetica che strutturale. La facciata presenta un portone centrale e due porte laterali in legno, con il campanile sul lato sinistro. L' interno è diviso in tre navate, con annesso all' abside un vano laterale per la sacrestia. Gli elementi di maggiore rilievo della chiesa sono costituiti dagli arredi quali: le decorazioni in tardo barocco, il bell' altare maggiore rifinito in stucco puntinato (la cui lavorazione è simile al marmo policromo), gli stucchi che compongono le "greche", poste al di sotto del ballatoio (alcuni di essi furono in parte danneggiati dall'umidità e dalle infiltrazioni d'acqua provenienti dal tetto dissestato, in seguito ai rovinosi agenti atmosferici che interessarono il territorio di Sellia durante gli anni '80), e dall' acqua santiera in marmo verde di Calabria del XVII secolo. Le decorazioni in stucco, in particolar modo, evidenziano l' abilità decorativa degli artisti artigiani che hanno operato nella chiesa, essendo di raffinata fattura tecnica e di grande fantasia di motivi ornamentali con molti spunti di vera originalità e sapienza compositiva.






Sono le ore del giorno - L' Ultimo aggiornamento del sito è avvenuto in data 01 mar 2014.

Torna ai contenuti | Torna al menu