Storia della Parrocchia - Chiesa di Santa Felicita e Figli Martiri

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia della Parrocchia

Parrocchia
 

La parrocchia di Santa Felicita e Figli Martiri è stata eretta il 16 Luglio 1958 dall’allora vicario generale del Papa, il Cardinale Clemente Micara, nel quartiere di Fidene, allora una piccola borgata.
La nascita della nuova parrocchia segnò per la popolazione di Fidene una tappa importante, poiché prima dell’erezione della stessa, agli abitanti di Fidene era preclusa ogni attività religiosa. In effetti la
partecipazione al rito eucaristico della S. Messa e tutte le altre attività si svolgevano con molti disagi e privazioni, presso una parrocchia distante vari chilometri. Così man mano che cresceva la popolazione, si sentiva il bisogno di un’assistenza continua e più intensa e così fu eretta la NUOVA CHIESA PARROCCHIALE IN ONORE DI SANTA FELICITA E FIGLI MARTIRI. La chiesa fu affidata ai Padri Vocazionisti e il primo Parroco fu Don Antonio Lucci. Da allora si sono succeduti 8 parroci. Oggi è affidata al Parroco Don Eusebio Mosca, il quale ha avuto l’onore e la gioia di partecipare alla consacrazione della nuova Chiesa, per le mani del Cardinale Ruini, il 14-12- 2003. Questo è avvenuto dopo una lunga attesa e battaglia per la comunità di Fidene, poiché una parte di terreno di proprietà della parrocchia nel frattempo era stata occupata da una scuola calcio. Finalmente dopo anni di attesa per le varie pratiche burocratiche, si raggiunse un accordo per ottenere quel terreno e poter cosi costruire la nuova chiesa. Oggi la parrocchia vanta numerose attività tra le quali il gruppo della SACRI e quello di preghiera di Padre Pio, il gruppo di volontariato delle Dame di San Vincenzo, i neocatecumenali, il gruppo diRinnovamento dello Spirito, i Focolarini e il GAM. Come attività ludiche ci sono la scuola di ballo, l’oratorio estivo e invernale per bambini dai 6 ai 13 anni, il corso di ginnastica posturale, il centro anziani e la scuola calcio che coinvolge bambini e ragazzi dai 5 ai 14 anni. In più sì seguono i ragazzi dai 14-16 anni sia nel gioco che spiritualmente: in effetti per loro è attivo un’oratorio tutti i pomeriggi. Esso ci consente di seguirli in tutto ciò che fanno e di aiutarli a crescere moralmente.

 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu