Il Pane

Nella storia delle culture e nelle religioni mediterranee il pane rappresenta un alimento privilegiato ma anche il dono più frequente che l'uomo fa a Dio. Si tratta di un alimento privilegiato perché non tutti potevano avere un pezzo di pane.

Il Pane è l'alimento per eccellenza che non si trova direttamente in natura, ma è il frutto del lavoro dell'uomo. Per fare il pane è necessario almeno il tempo di una gestazione.

Al grano e al modo come si fa il pane viene attribuito spesso un significato simbolico: una spiga di grano ha origine da un chicco che messo sotto terra deve "morire" per poter far nascere la spiga; questa è formata da tanti chicchi, come una famiglia con tanti figli; i chicchi vengono pestati per fare la farina che unita all'acqua e al lievito viene fatta cuocere a fuoco giusto.

Il pane dunque è anche simbolo di unione, poiché contiene molti grani in una sola sostanza e, quando viene spezzato e diviso, rappresenta la vita condivisa ed unita.

Gesù ha fatto molte volte riferimento al valore simbolico del pane tanto da ordinare ai suoi sacerdoti di spezzare il pane (l'ostia) per riattualizzare quanto Lui stesso ha fatto nell'ultima Cena. Nella stessa preghiera, che ci ha insegnato quando ci rivolgiamo al Padre chiamandolo "nostro", Gesù ci invita a chiedere il pane quotidiano.

E' in uso presso alcuni paesi preparare per il giorno di festa dei pani di forme particolari che si donano a parenti e conoscenti, proprio come fa Dio donandosi, sotto forma di pane, agli uomini.