PRESBITERIO NAVATA MAGGIORE e ALTARE IN MARMO POLICROMO

Dimensioni presbiterio: m.9,20 X m.14,40

Descrizione: ad esso si accede salendo uno scalone che oggi non si presenta pių nelle sue originarie forme a seguito dei lavori che furono eseguiti per eliminare la balaustra in marmo preesistente; ai lati sono visibili gli stalli del clero, anch'essi sostituenti quelli originari di cui non si ha pių traccia. In fondo č l'altare in marmo policromo con tabernacolo, alle cui spalle sorge il maestoso organo polifonico. La volta, č finemente decorata con stucchi e dorature resi maggiormente apprezzabili dalla geometrica disposizione delle lampade che la illuminano durante le celebrazioni solenni.

 

Dimensioni altare:  m.2,70 X m.5,90 X m.0,75

Dati storici: secondo una convenzione stipulata con l'Arciprete Don Salvatore Grasso Sciacca (secondo Arciprete Parroco di Giarre - dal 1871 al 1899), l'altare risulta essere opera del marmista Marino Carmelo da Catania il quale trattenendo il materiale del vecchio altare, consegnō il nuovo il 16 marzo 1883 con un costo di L. 1200

Descrizione: la mensa č sorretta da due coppie di colonnine lignee; nel gradino quattro semplici pannelli sono di marmo bicromo e con cornici; al centro  la sezione convessa e sorretta dalle sei colonne del tabernacolo.  Nel periodo pasquale detto altare č sormontato da una grande tribuna in legno dorato per l'esposizione del SS. Sacramento in forma solenne, la cui base č decorata con fregio a volute dorate su fondo bianco; su questa si elevano quattro colonnine ai lati mentre al centro in alto una coppia di angeli regge un drappo; sopra vi č una cupola bianca a fregi dorati con angeli ai lati. L'opera č dello scultore acese Mariano Vecchio, con dorature del catanese Giovanni Villani; fu costruita nel 1912 per volere di Mons. Carmelo Patanč (terzo Arciprete Parroco di Giarre - dal 1900 al 1918), per una spesa di circa 3000 L.