CHIESA MADRE DI GIARRE "S. ISIDORO AGRICOLA"

DATI STORICI GENERALI SULLA COSTRUZIONE DELLA CHIESA

         Posa della prima pietra: 16 novembre 1794

         Prima fase costruttiva: 1794 - 1818

         Apertura al culto: 20 Dicembre 1818

         Progetto prospetto est - Architetto Pietro Valente: 1845 - 1847

         Esecuzione parziale del progetto del Valente: 1859 - 1879

         Progetto di completamento - ing. Pasqualino Musumeci: 1884

         Proposta progettuale  - Arch. Carlo Sada: 1887

         Realizzazione finale e completamento prospetti Est e Nord e Sagrato - Ing. Pasqualino Musumeci: 1890 

DATI DIMENSIONALI GENERALI

          Lunghezza misurata all'esterno: m.72,00  +  Sagrato: m.10,50 ; Totale: m.82,50
         Larghezza misurata all'esterno: m.24,80  +  muro di consolidamento: m.0,70  ; Totale: m. 25,50
         Altezza misurata alla base della lanterna: m.34,00
         Lunghezza Navata centrale. m.63,60
         Larghezza Navata centrale: m.9,20
         Altezza misurata al piano d'imposta della volte a botte centrale: m.12,00
         Altezza misurata all'intradosso della volta: m.18.00
         Lunghezza Navata laterale: m.54,40
         Larghezza Navata laterale: m.5,40
         Larghezza totale interna: m.22,40
         Lunghezza Transetto +  absidi: m.26,40
         Diametro interno cupola: m.7,35
         Altezza lanterna: m.6,00
         Lunghezza Portico: m.8,40
         Larghezza Portico: m.24,80 

 DATI ARCHITETTONICI 

Pianta a schema basilicale, tipo a croce latina, costituita da una navata principale (o centrale), e due navate minori laterali; transetto con terminali absidati, e cupola poggiata su tamburo finestrato e sormontata da lanterna anch'essa finestrata; presbiterio con terminale absidato cos come le due cappelle poste sul prolungamento delle navate minori laterali.

La navata principale   scandita da cinque archi sorretti da colonne binate in stile dorico - tuscanico, che costituiscono l'ordine architettonico minore; detta navata coperta da una volta a botte costolonata e lunettata.

Le navate minori sono formate da cinque campate coperte da volte a vela sormontate da cupolette.

La cupola sostenuta da quattro grandi pilastroni angolari segnati da paraste in stile corinzio costituenti l'ordine architettonico maggiore.

Il prospetto est costituito da un portico con due torri campanarie in stile neoclassico e adempie alla funzione di pronao al Chiesa.