18. ALTARE e QUADRO DEL MARTIRIO DI SAN SEBASTIANO

Titolo: Il martirio di S. Sebastiano

Autore: Ignoto

Dimensioni: m.5,20 X m. 3,20

Dati storici: risale alla fine del sec. XVIII. La provenienza del dipinto non documentata, tuttavia l'impostazione iconografica delle figure e la disposizione degli elementi compositivi hanno spinto a rintracciare forti legami con l'affresco del Vasta nella Basilica di S. Sebastiano ad Acireale. A sottolineare uno stretto rapporto fra il soggetto del quadro e  l'ambiente acese la presenza  a Giarre della devozione verso San Sebastiano, che ha sicuramente le sue origini in quella presente alla vicina Acireale.

Descrizione: la figura di San Sebastiano posta in primo piano a destra del quadro; accanto vi un'immagine di un sacerdote (simile a quella presente nel quadro di S. Lucia) che funge da perno e collegamento con il gruppo opposto dei carnefici sovrastati da Diocleziano, in posizione arretrata. Lo sfondo con paesaggio e scorcio di architettura, caratterizzato da uno squarcio di luce fra le nubi in alto a sinistra. I colori sono cupi e freddi.