COSTRUIRE
Avvisi
- Orari messe
La parrocchia
- La nuova chiesa
- La vecchia chiesa
- Il parroco
- I vecchi rettori
Le chiese filiali
- La Madonna del Carmelo
- San Sebastiano
- Santa Croce
- La Madonna della Neve
Il paese
- Notizie
- Galleria fotografica
Festività
- Corpus Domini
- Settimana Santa
- Prioresse
Links
- Siti cattolici
- Siti utili per desulo
Contatti
-E- mail parroco

 

Le Diocesi della Sardegna

...............................

 

 

...............................

 

 

.............................

.............................

 

 

 

Costruire
Foglio di informazione Parrocchia S. Antonio Abate DESULO
Telefoni 0784.1946117 - 347.8945918

Si avvisano tutti i lettori di COSTRUIRE che è stato sostituito l’indirizzo email della Redazione.
Il nuovo indirizzo è: redazionecostruire@virgilio.it

 

Foglio di informazione Parrocchia Sant’Antonio Abate - Desulo

Domenica 27 Aprile 2014 Anno V 17 N° 17- N° 17

 

I piccoli imparano ben presto a conoscere la vita. Osservano ed imitano il modo di agire
degli adulti. Apprendono rapidamente l'amore e il rispetto per gli altri, ma assimilano pure con
prontezza il veleno della violenza e dell'odio. L'esperienza fatta in famiglia influirà fortemente
sugli atteggiamenti che assumeranno da adulti. Pertanto, se la famiglia è il primo luogo nel
quale si aprono al mondo, la famiglia deve essere per loro la prima scuola di pace.
I genitori hanno una straordinaria possibilità per aprire i figli alla conoscenza di questo grande
valore: la testimonianza del loro amore reciproco. E' amandosi che essi consentono al figlio, fin
dal suo primo esistere, di crescere in un ambiente di pace, permeato di quegli elementi positivi
che di per sé costituiscono il vero patrimonio familiare: stima ad accoglienza reciproche, ascol-
to, condivisione, gratuità, perdono.
(da: "Diamo ai bambini un futuro di pace", Giovanni Paolo II - Ed. Paoline)


*******************************************


“Ogni credente, in questo mondo, deve essere una scintilla di luce, un centro di amore, un fer-
mento vivificatore nella massa: e tanto più lo sarà, quanto più, nella intimità di se stesso, vive
in comunione con Dio”.
Papa Giovanni invita tutti gli “uomini di buona volontà” ad abbandonare l’individualismo, che
lascia nuove armi ai potenti e nuove catene ai poveri, per impregnare la società con i valori
della solidarietà, dell’accoglienza ai più deboli, dell’impegno per ridurre le disuguaglianze cultu-
rali ed economiche della terra, della ricerca del dialogo e della pace.
“Affinché l’umana società sia uno specchio il più fedele possibile del Regno di Dio, è necessa-
rio l’aiuto dall’alto. Allontani Egli dal cuore degli uomini ciò che può mettere in pericolo la pace;
e li trasformi in testimoni di verità, di giustizia, di amore fraterno. Illumini i responsabili dei po-
poli, affinché accanto alle sollecitudini per il giusto benessere dei loro cittadini garantiscano e
difendano il gran dono della pace; accenda la volontà di tutti a superare le barriere che divido-
no, ad accrescere i vincoli della mutua carità, a comprendere gli altri, a perdonare coloro che
hanno recato ingiurie; in virtù della sua azione, si affratellino tutti i popoli della terra e fiorisca in
essi e sempre regni la desideratissima pace”.
(da: Pacem in Terris, Giovanni XXIII)



 

Mail: costruireredazione@tiscali.it - Telefoni 0784.1946117 - 347.8945918


Per inserire annunci su "Costruire", è possibile inviare una mail o telefonare al parroco
entro il Venerdì sera.