COSTRUIRE
Avvisi
- Orari messe
La parrocchia
- La nuova chiesa
- La vecchia chiesa
- Il parroco
- I vecchi rettori
Le chiese filiali
- La Madonna del Carmelo
- San Sebastiano
- Santa Croce
- La Madonna della Neve
Il paese
- Notizie
- Galleria fotografica
Festività
- Corpus Domini
- Settimana Santa
- Prioresse
Links
- Siti cattolici
- Siti utili per desulo
Contatti
-E- mail parroco

 

Le Diocesi della Sardegna

...............................

 

 

...............................

 

 

.............................

.............................

 

 

 

Costruire
Foglio di informazione Parrocchia S. Antonio Abate DESULO
Telefoni 0784.1946117 - 347.8945918

Si avvisano tutti i lettori di COSTRUIRE che è stato sostituito l’indirizzo email della Redazione.
Il nuovo indirizzo è: redazionecostruire@virgilio.it

 

Foglio di informazione Parrocchia Sant’Antonio Abate - Desulo


Domenica 9 Marzo 2014 Anno V - N° 10

L’Anno della Carità



Torniamo alla mia giornata. La mia idea di Chiesa mi autorizzava a considerare Gesù come un religioso, un frate, in modo particolare. Già! Perché i preti mi sembravano un po’ troppo emancipati. Il fraticello, invece, mi ispirava più serenità, più bontà; pensavo immediatamente al frate di Assisi. Ero dentro un assioma, un principio assoluto che avrebbe dato senso a tutte le conclusioni successive. Sulla base di questo principio, per me la cosa più logica era che avremmo trascorso l’intero pomeriggio e l’intera serata alla ricerca di famiglie povere, persone ammalate e sole, situazioni personali di disagio. Per farmi forza mi ero costruito un’impalcatura mentale veloce e dentro di e pensavo: “Ormai non posso più tirarmi indietro, d’altra parte si dice che c’è sempre da imparare qualcosa anche da chi sta peggio. Forse il fatto di essere dei poveri disgraziati mi illuminerà ancora di più su quanto io sia una persona fortunata o di come nella vita non bisogna commettere molti errori; o forse a qualcuno farà bene una mia visita, se poi avviene con un amico speciale, ancora meglio!”. E mentre pensavo queste cose, speravo di assistere a qualche piccolo miracolo. “È Gesù, dicevo, quindi non sarà molto contento di vedere la sofferenza in giro; sicuramente mi darà una dimostrazione, così da poterlo raccontare in giro”. Per dirla tutta, avevo anche paura di pensare troppo; se poi Gesù leggeva i miei pensieri? Ma poi perché porsi cosi tanti problemi, c’era solo da ndare e vedere. E così ho fatto.

Un amico

 

Mail: costruireredazione@tiscali.it - Telefoni 0784.1946117 - 347.8945918


Per inserire annunci su "Costruire", è possibile inviare una mail o telefonare al parroco
entro il Venerdì sera.